Testaroli e panigacci

Testaroli e panigacci sono tipici dello Spezzino. Hanno entrambi alla base un impasto di acqua, farina e sale, ma i testaroli vengono cotti in testi di ghisa, mentre i panigacci cuociono in piccoli recipienti di terracotta: e infatti il risultati è completamente diverso.
I testaroli si presentano come grosse crèpes, si tagliano a losanghe e poi in piccoli rombi, si fanno cuocere in acqua bollente salta come una normale pasta e si condiscono preferibilmente con il pesto.
I panigacci hanno invece l'aspetto di focaccine e servono per accompagnare salumi e formaggi molli.

Testaroli e panigacci

Questo sito utilizza strumenti di raccolta dei dati, come i cookie.
Accetti che CoopCulture personalizzi la vostra esperienza su ArtPlanner per migliorare la funzionalità e le prestazioni del sito?
Vengono inoltre raccolte informazioni statistiche anonime.